Cucina con penisola: quali vantaggi offre questa soluzione?

La cucina è l’anima di una casa, è il luogo in cui la famiglia si riunisce e gli amici vengono accolti per un aperitivo o una cena conviviale. Quindi deve essere accogliente e funzionale. Per ottimizzare lo spazio a disposizione dando volume ad un ambiente a pianta aperta, la scelta migliore è la cucina con penisola.

Le differenze tra la cucina con penisola e con isola

A differenza dell’isola, la cucina con penisola è collegata al mobile e permette sia di guadagnare maggiore superficie sul piano cucina, sia di ricavare spazio per riporre stoviglie, pentole ed accessori.

Si tratta, infatti, del prolungamento del piano di lavoro che divide la cucina in aree separate ma comunicanti fra di loro. Divide piacevolmente l’ambiente, separando il lato dedicato alla preparazione del cibo da quello per il relax e l’intrattenimento degli ospiti.

La penisola contribuisce a risolvere diversi problemi legati all’organizzazione dello spazio.

Il prolungamento che crea, completo di piano di appoggio utilissimo per tutte le attività che si svolgono in cucina, forma un divisorio fra due zone del medesimo ambiente.

Questa tipologia di cucina è particolarmente indicata in tutti i locali in cui c’è la necessità di avere una superficie sulla quale mangiare oppure condurre altre attività come lo studio o il lavoro. Ma è ideale anche nelle cucine in cui il piano di lavoro fornito dai normali mobili da cucina componibili è insufficiente.

In generale, la cucina con penisola è apprezzata per i momenti di convivialità che regala. Inoltre rende più accogliente l’ambiente nel quale è possibile allo stesso tempo cucinare, mangiare e conversare amabilmente, per poi spostarsi nella vicina zona living.

 

I vantaggi che offre una cucina con penisola

Sei in fase di progettazione o di ristrutturazione cucina? Scopri quali sono vantaggi di una cucina con penisola.

Facilità di montaggio

Sebbene le isole, ovvero le strutture indipendenti che inglobano top, mobile cucina e sedute poste al centro della stanza, siano estremamente apprezzate soprattutto nelle cucine spaziose, tuttavia possono presentare alcune criticità nel montaggio.

Ad esempio, l’installazione di un forno, di un piano cottura e di un lavandino su un’isola richiede che acqua, corrente, gas ed elettricità vengano portati al centro della cucina. Una soluzione ben più complicata rispetto all’installazione di tubi, cavi e fili in una penisola della cucina che è collegata alla parete.

In questo caso, tubi, cavi e condutture possono essere facilmente inglobati e nascosti nei mobili componibili della parete.

Uso intelligente di piccoli spazi

A differenza della cucina con isola che rappresenta il punto focale al centro dell’ambiente, con ampio spazio circostante, una penisola da cucina occupa molto meno spazio.

Spesso la penisola viene posizionata fuori dal tradizionale schema forno-lavello-frigorifero, fornendo una grande superficie aggiuntiva per la preparazione dei piatti.

Nelle abitazioni piccole con la cucina davvero mini, la penisola può fungere da tavolo sul quale mangiare, eliminando così quel complemento che a volte è solo d’ingombro.

Anzi, contrariamente a quanto si pensa, la penisola è soprattutto adatta all’arredamento di cucine piccole, sostituendosi al classico tavolo da cucina e fornendo un indispensabile piano di lavoro.

Design multiuso

La disposizione dei posti a sedere sotto la sporgenza del piano di lavoro serve ad ottimizzare gli spazi e a non creare ingombri.

Una combinazione di sportelli e cassetti – anche cassetti frigo e congelatore progettati su misura – alla base della penisola aumenta notevolmente le possibilità di riporre alimenti e stoviglie.

Poiché la funzione di questo ambiente si è evoluta, divenendo qualcosa di più di un semplice spazio per cucinare, una penisola fornita di prese, wi-fi, antenna tv e luci appropriate può fungere da ufficio, oppure diventare una zona dove studiare e fare i compiti.

Possibilità di ospitare più persone

La penisola può separare la cucina dal soggiorno e dalla zona pranzo, divenendo il posto ideale per offrire antipasti, stuzzichini e bevande.

Gli ospiti possono prendere cibi e bevande e spostarsi poi liberamente verso la zona living.

Una cucina con penisola offre anche il vantaggio di poter ospitare un buon numero di persone senza essere limitati dal numero di posti disponibili al tavolo della sala da pranzo.

Separa gli ambienti in un open space

Questa soluzione è particolarmente adatta ai grandi open space, nei quali a volte è difficile dare una logica ed un’idea di separazione agli ambienti.

La cucina con penisola, in questi casi, è perfetta per fare da elemento di separazione tra la cucina e la zona giorno oppure tra la cucina e l’ingresso.

Utile per posizionare un grande elettrodomestico o inserire il lavello

La penisola si dimostra particolarmente utile in tutti i casi in cui si deve installare un elettrodomestico piuttosto voluminoso, come un forno o una lavastoviglie.

Oppure quando si desidera avere un elettrodomestico aggiuntivo, come ad esempio l’asciugatrice, che non sapremmo però dove mettere per mancanza di spazio. In questi casi è necessario effettuare gli allacciamenti con le tubature dell’acqua e i relativi scarichi.

Operazione non troppo complicata visto che le tubature possono essere nascoste dai mobili componibili della cucina. Facendo in questo modo, il lavello può essere addirittura posizionato nella penisola stessa, regalando un tocco di design molto particolare, oltre che tanto spazio in più sul mobile della cucina.

Valore aggiunto per la casa

Una cucina ben progettata aumenta il valore complessivo della casa ed una penisola può contribuirvi molto, soprattutto se riesce ad ottimizzare gli spazi disponibili e se ha un design che si sposa bene il resto della casa.

Occorre ricordare che un layout a penisola consente generalmente il passaggio in un’unica direzione. Quindi è meglio che questo sia largo almeno un metro e che non vi siano ostacoli.

La cucina non solo come luogo per cucinare cibi

Per decenni la cucina è stata pensata esclusivamente come il posto ove cucinare. Tutte le attività che vi si svolgevano, come ad esempio, cucinare, tagliare, lavare, cuocere ecc. vedevano sempre i protagonisti rivolti verso il muro.

Grazie alla penisola questo paradigma è profondamente cambiato. Ora questo elemento non solo offre una superficie sulla quale fare colazione o cenare in maniera molto più fluida ed elastica. Ma consente di svolgere tante altre attività, come studiare, prendere un aperitivo con gli amici, conversare con gli ospiti ecc. guardando le cose che contano e con la visuale sul resto della casa.

 

 

 

 

 

 

 

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*