Divano classico o moderno? Funzionalità, vantaggi e consigli alla scelta dei diversi stili.

I divani sono i protagonisti indiscussi del salotto e del suo arredamento. La prima scelta da fare è tra un divano classico e un divano moderno. In seguito, bisogna scegliere le dimensioni, la forma, il tessuto e il colore per essere certi di acquistare il divano perfetto per le proprie esigenze.

Ecco qualche consiglio per orientarsi tra i diversi stili di divani.

Le differenze di stile tra divani classici e moderni

Per divani classici si intendono elementi d’arredo dalla linea tradizionale, dalle forme sinuose e arrotondate e dal design imponente. Si adattano alla perfezione a un salotto arredato con mobili dallo stile classico o addirittura d’epoca o in un ambiente ricco di pezzi di antiquariato e dallo stile retrò.

I divani moderni sono caratterizzati da forme più squadrate e geometriche, che possono presentare rifiniture metalliche o elementi di acciaio, come i piedini in metallo pressofuso. Si tratta di linee pulite che non si prestano ad ornamenti romantici o imbottiture trapuntate.

In realtà, al giorno d’oggi, l’offerta presente sul mercato è talmente vasta e versatile da proporre anche divani dalle linee più tradizionali realizzati però con tessuti moderni, che ben si prestano ad alleggerire un salotto classicheggiante o dare un’aria più sofisticata ad all’arredo minimal dei salotti moderni.

Funzionalità e guida alla scelta dei diversi stili

Da dove partire dunque per scegliere un divano che si integri alla perfezione nell’ambiente domestico, valorizzando gli altri elementi di arredo già presenti?

Il primo consiglio è senza dubbio quello di sfogliare i cataloghi dei migliori brand del settore, come quello dei divani Samoa, o CuboRosso o lasciarsi consigliare nel nostro showroom dai nostri consulenti. È fondamentale stabilire sin dall’inizio la tipologia di divano: un divano classico lineare, un divano componibile o un divano angolare.

A questo punto si passa alla scelta del rivestimento. Sia i modelli più tradizionali che quelli moderni sono disponibili in pelle, similpelle e tessuto. La scelta è molto personale, considerando che tutte soluzioni presentano sia vantaggi che svantaggi.

Il divano in pelle o similpelle risulta spesso più elegante, è semplice da pulire, ma è soggetto a graffi e macchie, che in alcuni casi possono risultare difficili da eliminare. La seduta è molto confortevole in inverno ma può creare qualche problema di sudorazione in estate.

Il tessuto o la microfibra rappresentano la soluzione più confortevole soprattutto se in casa ci sono bambini. L’importante è che le parti più esposte all’utilizzo quotidiano siano sfoderabili e che la stoffa scelta per il rivestimento sia garantita da un trattamento antimacchia.

L’ulteriore punto da chiarire nella scelta del divano ideale per il salotto è quella che riguarda il colore. Scegliendo un modello classico, spesso si opta per una palette neutra, tra il bianco e il beige, il marrone o il bordeaux. Nel caso di divani moderni invece le proposte cromatiche sono innumerevoli e spaziano dal bianco al nero o grigio fino a colori più sgargianti o fantasie a righe o a zig-zag.

Il divano moderno è inoltre molto versatile dal punto di vista delle dimensioni: si tratta infatti di soluzioni componibili, a cui è possibile aggiungere o sostituire alcuni elementi, introducendo ad esempio pouf o chaise longue, braccioli reclinabili o cuscini con rullo.

 

 

 

 

 

 

0/5 (0 Reviews)
Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*