Come valorizzare gli ambienti domestici con le porte interne

Le porte interne sono un elemento chiave per valorizzare l’estetica degli ambienti domestici.

Oltre a separare gli ambienti di casa, sono un elemento d’arredo fondamentale, in grado di caratterizzare e donare identità agli ambienti, creando un equilibrio di linee e colori con pareti, pavimento ed arredi.

Porte interne: dalla funzionalità al design

La prima caratteristica che tendenzialmente si accosta alle porte interne è quella della funzionalità.

La funzione principale resta ovviamente quella di fornire l’accesso alle stanze. Attraverso una valutazione più approfondita, si può riuscire a coglierne anche l’importanza in termini di design.

Il colore delle porte interne può avere una duplice funzione estetica: può creare continuità o spezzarla. Nello specifico, le porte interne possono essere immerse nella colorazione delle pareti creando un effetto ottico assolutamente piacevole. Inoltre possono creare, allo stesso tempo, un contrasto con i colori circostanti creando un effetto estetico particolare ed unico.

Un altro motivo che rende le porte interne fondamentali in relazione alle scelte di design è lo stile.

Una determinata fantasia, la presenza di un vetro, il materiale dei pomelli e la loro forma, sono tutti elementi diversificati e variabili sui quali poter giocare in maniera fantasiosa per aggiungere valore estetico alla propria abitazione.

Consigli utili per valorizzare la casa con le porte interne

Valorizzare il design di ogni casa diventa più semplice scegliendo porte interne che siano di qualità e robuste.

La scelta del materiale è molto importante, anche se si dovrà tenere conto del proprio gusto estetico, oltre che dello stile che domina nell’ambiente. Ad esempio, quando la casa è in stile classico si può optare per le porte interne in legno, dai toni caldi e provviste di maniglie con finitura oro che aggiungono note di eleganza.

In caso di appartamenti moderni, è consigliabile puntare sulle porte laccate, caratterizzate da pomelli in acciaio e perfette per dare un effetto sobrio, oltre che pulito.

Se ami osare hai la possibilità di scegliere diverse porte da interno provviste di ante decorate. Questo genere di soluzione è particolarmente indicata per arredare ambienti dallo stile basic, con pochi complementi e pareti con tinte neutre.

Hai un piccolo appartamento e non vuoi rinunciare alle esigenze di riservatezza? Puoi optare per le porte interne scorrevoli che vantano i vetri opachi. Questi elementi illuminano l’ambiente diventando elementi divisori molto pratici. La struttura di questa tipologia di porte è composta da due pannelli che scorrono lungo un binario. L’installazione può avvenire interna al muro e, in questo caso, deve essere pianificata in fase di ristrutturazione, oppure all’esterno lasciando il telaio a vista. Il vetro temperato si rivela molto sicuro, anche quando in casa sono presenti bambini o animali domestici.

Coloro che cercano delle porte invisibili, potranno optare per porte a filo muro, così chiamate perché sembrano il continuo della parete. Questo genere di porte sono disponibili sia nella variante scorrevole sia a battente.

Se devi fare i conti con i problemi di spazio non rinunciare ad una bella porta da interno che permetta di ottimizzare la metratura. Sono indicate in questo caso le porte con apertura a libro, ideali anche per il disimpegno o per uno sgabuzzino.

Come valorizzare al meglio gli spazi domestici?

Le porte interne si trasformano in eleganti elementi d’arredo, i quali rendono gli ambienti ancora più confortevoli ed accoglienti.

Esistono diverse tipologie di porte che potrai scegliere in base alle tue esigenze ed ai tuoi gusti:

  • le porte moderne sono caratterizzate da le linee pulite e minimal. Sono prive di cornici e proposte nelle tonalità neutre, come bianco, avorio e grigio.
  • Le porte classiche hanno forme più elaborate, con stipiti a vista e finiture calde.

Classiche o moderne, le porte interne devono essere scelte in base al tuo gusto e non necessariamente devono seguire lo stesso stile dell’arredo già presente in casa. Ad esempio, puoi optare per porte di design o quelle dal mood contemporaneo per conferire maggiore carattere alla tua casa in stile classico. Questo contrasto ricercato, oltre ad essere piacevole esteticamente, renderà i tuoi interni unici e sofisticati.

Devi tener conto anche l’abbinamento delle porte interne con i serramenti, i pavimenti ed il colore delle pareti, in modo da creare un’armonia cromatica che non appesantisce gli ambienti.

Tipologie di porte per interni

In alcuni casi puoi anche osare con porte colorate scegliendo una tinta vivace ma in questi casi devi prestare massima attenzione. L’accostamento, infatti, deve essere ben studiato e ponderato, in modo che il risultato finale sia gradevole. Scopriamo le tipologie di porte più utilizzate per dare un tocco di design agli interni della casa.

Porte in vetro 

In questo caso in base al materiale potrai anche suddividere opportunamente gli ambienti domestici aggiungendo maggiore luminosità in casa.

Grazie a questa tipologia di porte aumenta la percezione dello spazio. Si tratta di porte anche molto versatili perché aiutano a separare le stanza ma non in maniera netta. Per questo motivo sono maggiormente consigliate in appartamenti di piccole dimensioni.

Porte in legno 

Una porta in legno di buona qualità rappresenta sicuramente un buon investimento nel tempo, perché ti assicura elevate proprietà isolanti, durevolezza e ti consente di suddividere in maniera netta la metratura disponibile.

Porte interne: a battente o scorrevoli? 

In fase di scelta delle porte da interni è importante prendere bene le misure e stabilire l’effettivo ingombro delle ante, in modo da decidere se puntare su modelli con apertura battente oppure dotati di sistema scorrevole.

Le porte a battente sono quelle più diffuse: vengono fissate ad un lato della cornice e ruotano sui cardini al fine di consentire l’apertura e la chiusura, con spinta, a seconda dei casi, a destra oppure a sinistra.

Grazie alle porte scorrevoli, potrai arredare ambienti piccoli, perché in questo caso l’anta scompare all’interno ad un contro-telaio tramite i binari. Il sistema di apertura scorrevole ti permette così di ottimizzare gli spazi.

La realizzazione del controtelaio all’interno della parete deve essere studiata con anticipo perché richiede opere murarie apposite. In ogni caso puoi sempre scegliere un modello di porta con binario a vista, solitamente montato sopra l’anta.

Le soluzioni a battente o scorrevoli sono entrambe funzionali e pratiche da usare. Queste porte si trasformano in complementi essenziali che accrescono il comfort della tua abitazione.

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*