Come orientarsi nella scelta della vasca perfetta per il tuo bagno

Progettare gli ambienti domestici è un esercizio di stile assoluto, che mette in moto creatività e fantasia rendendo ogni stanza perfetta e funzionale in relazione alle personali necessità.

La scelta della vasca da bagno è un passaggio cruciale, al quale segue quello altrettanto importante dell’installazione. Questo accessorio rappresenta infatti alla perfezione il concetto stesso di relax.

Quando si rientra da lavoro la sera il primo pensiero è spesso quello di correre ad aprire l’acqua per immergersi in un bagno ristoratore, avvolti dalle fragranze di oli essenziali calmanti e antistress. Il bagno è una stanza che deve fare sempre rima con funzionalità, poiché resta a disposizione di tutta la famiglia h24, così come degli ospiti che vengono in visita.

Vediamo quali sono in relazione alla vasca da bagno consigli per fare la scelta giusta. Si dovranno valutare in primis gli spazi disponibili e i relativi volumi, poi si dovranno passare in rassegna le differenti tipologie di vasca puntando su materiali di qualità, a lunga durata e facili da pulire.

La lista potrà essere subito sfrondata mettendo a fuoco l’eventuale necessità, in base alle forme e ai modelli, di effettuare lavori murari.

Le forme e i modelli più diffusi: una mappa

La vasca da bagno consente un alto livello di personalizzazione, dal momento che a prescindere dalle dimensioni della stanza si potrà sempre trovare il modello più adatto a interpretarne stile e dimensioni. La vasca da bagno può essere:

  • pannellata, perfetta nel caso in cui si vogliano evitare i lavori di muratura (ed eventualmente rimuoverla in futuro) e per sostituire una precedente vasca da incasso usurata;
  • freestanding, ideale in quei contesti in cui vi sia molto spazio e parte di questo venga assegnato proprio alla vasca che ne diventa protagonista assoluta (l’impatto estetico è molto forte);
  • da incasso, in questo caso la vasca viene rivestita in muratura, che potrà essere piastrellata (è una formula molto tipica).

Il modello considerato ‘classico’ è quello che presenta la caratteristica forma rettangolare, la cui lunghezza può raggiungere anche il metro e 80 centimetri.

La vasca da bagno potrà poi essere ovale, perfetta per interpretare bagni in stile vintage oppure shabby chic e minimal. Non mancano naturalmente soluzioni sui generis e particolari come la vasca da bagno angolare oppure dalla forma asimmetrica, che hanno come obiettivo in comune la volontà di ottimizzare tutti gli spazi a disposizione.

Per un bagno che offre una gamma completa di servizi, soprattutto quando di piccole dimensioni, sarà corretto infine inserire una vasca da bagno con doccia, in modo da interpretare le necessità pratiche di tutta la famiglia.

Materiali migliori per la vasca da bagno: i consigli

E’ sempre bene prestare grande attenzione al materiale con cui è realizzata la vasca da bagno. Tra quelli più popolari e apprezzati bisogna indicare:

  • ghisa smaltata, in grado di sopportare e di adattarsi molto bene ai cambi di temperatura. E’ isolante e mantiene a lungo la temperatura dell’acqua. Perfetta per quelle vasche dalle linee prettamente retrò e vintage;
  • resina, dura a lungo nel tempo e resiste agli urti. Questo materiale sintetico si può sempre modellare per cui consente di ottenere forme sui generis e di sfruttare qualsiasi colore a proprio piacimento. Inoltre è caldo, antiscivolo e facile da pulire;
  • acrilico, leggero e semplice da installare. E’ il più utilizzato come materiale per realizzare le vasche da bagno. Le finiture lisce consentono di inserirlo in contesti anche spiccatamente moderni, inoltre è antibatterico e non consente allo sporco di accumularsi facilmente.
Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*