Camera da letto, consigli sulla disposizione mobili

La camera da letto è indubbiamente una delle stanze più importanti della casa. È il luogo dedicato al riposo ed al relax e proprio per questo motivo bisogna prestare molta attenzione al suo arredamento. La disposizione dei mobili nella camera da letto deve essere organizzata in modo tale che estetica e funzionalità vadano di pari passo.

Come combinare correttamente le disposizioni mobili

Organizzare con attenzione lo spazio della camera da letto è il primo passo per disporre gli arredi nel migliore dei modi. Per ottenere uno spazio ben organizzato risulta fondamentale la scelta del letto. È il mobile più importante in questo ambiente.

Una regola generale è che il letto si trovi proprio di fronte alla porta, in modo tale da essere l’elemento più rilevante della stanza. Si può ottenere lo stesso effetto anche disponendolo lungo la parete più grande dell’ambiente.

Non hai spazio sufficiente per mettere il letto al centro della parete opposta alla porta? In questo caso potresti disporre il letto al centro di un’altra parete oppure metterlo ad angolo. Si tratta di una soluzione che occupa abbastanza spazio ma che è indubbiamente molto originale.

Un’altra soluzione è anche la collocazione del letto tra due finestre, se ne hai un paio su una stessa parete. Questa disposizione ti eviterà di collocare il letto sotto una finestra e, quindi, di avere troppo freddo o spiacevoli correnti d’aria.

Lascia spazio sufficiente intorno al letto per distenderti ed alzarti comodamente.

Cerca di disporre il letto in modo da non schermare con la testata la luce naturale che penetra dalla finestra.

Il letto contro la parete, la disposizione più comune

Il letto di solito viene posizionato a ridosso della parete principale.  Ciò dipende anche da altri fattori come la posizione di porte e finestre. In questo modo sarà più facile ottimizzare lo spazio a disposizione ed i percorsi.

Il letto, le cui dimensioni minime sono di 160x200cm, dovrà avere una distanza minima di almeno 60cm dalle altre pareti, almeno 90cm per garantire il passaggio di persone con difficoltà motorie.

Riguardo armadi o cabine armadio sono preferibili le ante scorrevoli, in modo tale da non intralciare il passaggio e non rendere difficile la sistemazione dei vestiti, soprattutto quando il mobile è molto vicino al letto stesso.

In generale la disposizione più semplice si ottiene contrapponendo letto ed armadio oppure disponendo quest’ultimo lateralmente, lasciando così spazio ad una piccola scrivania o zona studio.

Disposizione del letto al centro della camera

Si tratta di una soluzione che richiede una stanza molto spaziosa. La camera da letto potrà essere suddivisa con mobili, pannelli divisori o librerie a giorno collocate dietro la testiera del letto, in modo tale da “delimitare” una sorta di area studio assolutamente funzionale, conservando quel carattere di intimità tipico di questa stanza.

È possibile combinare diversi mobili più piccoli al fine di ottenere una parete attrezzata oppure optare per un mobile basso da personalizzare con i tuoi oggetti preferiti.

Come posizionare il comò nella camera da letto

Il comò è un complemento d’arredo la cui posizione è fondamentale per una corretta disposizione dei mobili nella camera da letto.

Ecco alcuni suggerimenti per posizionarlo al meglio nella stanza da letto:

  • se le pareti della tua stanza sono abbastanza grandi, puoi optare per un comò basso e largo, sul quale collocare una TV da guardare in tutta comodità mentre sei sotto le coperte. In alternativa, potresti utilizzarlo come piccola libreria, opzione decisamente chic e funzionale!
  • Se la tua camera da letto è piccola ma non vuoi rinunciare alla praticità del comò, puoi scegliere un comò alto e stretto, sfruttando così lo spazio in verticale.

Dotato di tre o quattro comodi cassetti, il comò è uno dei mobili tradizionalmente associati alla zona notte. Può essere riattualizzato non solo ricorrendo a modelli dal design contemporaneo, ma anche grazie ad accorgimenti nella sua disposizione. Associato ad uno specchio, ad una seduta ed alle giuste lampade, diventa protagonista di un microambito, superando le rigide impostazioni che lo intendono come volume autonomo e rigido.

La disposizione dei comodini in una camera da letto

Durante la disposizione dei mobili nella camera da letto non bisogna dimenticare di collocare correttamente anche i comodini.

Dopo aver disposto i mobili più voluminosi, come letto, armadio e comò, dedica il tuo tempo a quelli più piccoli, come, appunto, i comodini. Si tratta di mobili piccoli ma molto importanti, visto che solitamente ci si mettono su molte cose, tra cui lampade, libri, cellulari, telecomandi, per non parlare del classico bicchiere d’acqua.

Per una corretta disposizione dei mobili nella camera da letto è importante che i comodini si trovino proprio ai due lati del tuo giaciglio o da un solo lato nel caso un’estremità del letto si trovi attaccata alla parete.

Come collocare complementi d’arredo aggiunti nella camera

La camera da letto può ospitare complementi d’arredo solo in apparenza supplementari o aggiuntivi che finiscono per diventare alleati sul fronte dell’interior design.

Ne sono un esempio, la classica poltroncina, normalmente impiegata a supporto dell’armadio per contenere temporaneamente abiti ed accessori. Se associata a dettagli ricercati, come specchi, lampade e tappeti, riesce a sostenere l’identità dell’intero vano. L’importante è scegliere il modello giusto e disporla nel rispetto dei percorsi interni.

Se lo spazio in camera da letto è poco oppure ti trovi alle prese con planimetrie complesse, è consigliabile optare per arredi removibili e leggeri, come piccoli tavoli da disporre accanto al letto al posto dei comodini, nicchie a parete che diventano librerie, letti senza testiere.

 

 

 

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*