Bonus mobili e arredi 2019: la guida completa

Il bonus mobili è l’agevolazione fiscale che consente a chi effettua una ristrutturazione dell’immobile di poter detrarre dalle tasse, oltre le spese per effettuare i lavori edili, anche quelle sostenute per acquistare gli arredi, mobili ed elettrodomestici. Ma di cosa si tratta? Consiste in una detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 10.000 euro per tutti i contribuenti che effettuano lavori di ristrutturazione e che acquistano mobili nuovi o elettrodomestici per arredare l’immobile ristrutturato.

QUANDO È POSSIBILE RICHIEDERE IL BONUS MOBILI 2019?

Per usufruire della detrazione del bonus mobili ed elettrodomestici 2019, il requisito fondamentale richiesto dalla legge, è l’aver eseguito la ristrutturazione dell’immobile nel 2018. È necessario che la data di inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, al contrario, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile. Il contribuente per aver eseguito tali lavori durante il corso dell’anno ha diritto a detrarre il 50% delle spese sostenute per cambiare l’arredamento di casa, per una spesa massima pari a 10.000 euro. In merito alla data di inizio dei lavori di ristrutturazione edilizia l’Agenzia delle Entrate chiarisce che:

  • per gli acquisti effettuati nel 2019 il bonus mobili spetta nel caso di lavori di ristrutturazione avviati non prima del 1° gennaio 2019
  • per gli acquisti effettuati nel 2018 il bonus mobili spetta solo a chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2017.

 

QUALI ACQUISTI DANNO DIRITTO AL BONUS MOBILI 2019?

Il bonus mobili 2019 può essere richiesto solo per determinate categorie di acquisti. In linea generale, la detrazione fiscale riguarda l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe elettronica A+ e A, nello specifico:

MOBILI NUOVI

 

ELETTRODOMESTICI NUOVI

di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni) come rilevabile dall’etichetta energetica. Rientrano nei grandi elettrodomestici:

  • frigoriferi
  • congelatori
  • lavatrici
  • asciugatrici
  • lavastoviglie
  • apparecchi per la cottura
  • stufe elettriche
  • forni a microonde
  • piastre riscaldanti elettriche
  • apparecchi elettrici di riscaldamento.

 

bonus mobili 2019

Quali sono le modalità di pagamento del bonus mobili 2019?

BONUS MOBILI 2019: MODALITÀ DI PAGAMENTO

Per ottenere la detrazione sugli acquisti di mobili, occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito e/o credito. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.  La detrazione è ammessa anche se i beni sono acquistati con un finanziamento a rate, a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità prima indicate e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento (circolare n. 7/2017). Gli acquirenti dovranno presentare all’Agenzia delle Entrate, la seguente documentazione che attesti l’avvenuta compravendita:

  • ricevuta del bonifico
  • ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito)
  • fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti

Per ulteriori dettagli, è possibile consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*