DIVANO IN PELLE O IN TESSUTO: COME SCEGLIERE QUELLO GIUSTO?

Bello da osservare, comodo, pratico, resistente, ma anche gradevole al tatto in tutte le stagioni, stiamo parlando del divano, uno degli elementi d’arredo principali e più in vista in ogni casa, emblema della comodità, del relax e del design.

La scelta di uno degli accessori più importanti del living domestico però, non è sempre semplice, spesso pone di fronte a un quesito fondamentale: meglio un in pelle o in tessuto? La risposta non è scontata, visto che il rivestimento è un aspetto fondamentale nella sua scelta, capire dunque quale tessuto meglio si addice alle nostre esigenze sia stilistiche che funzionali. Perché si sa, il divano presenta l’ambiente della nostra casa, dettandone lo stile.

Per decidere tra i due rivestimenti di solito è buona norma comprendere il ruolo del divano all’interno dell’ambiente domestico, con l’obiettivo di fare un acquisto in linea con le nostre esigenze. Proviamo dunque ad aiutarvi stilando una serie di vantaggi e svantaggi.

IL DIVANO IN PELLE.

L’eleganza del divano in pelle – collezione Cuborosso

Prodotto pregiato e naturale, il divano in pelle è sicuramente la soluzione migliore per chi vuole dare un tocco di eleganza alla zona living. La pelle, infatti, è un materiale che dona agli ambienti un’atmosfera molto raffinata. Morbido al tatto e dall’odore inconfondibile, il divano in pelle ha una grande componente di manifattura artigianale, derivante da un processo di lavorazione detto conciatura, realizzata con modalità e tecniche diverse. La sua superficie è caratterizzata da venature e piccoli imperfezioni, più o meno visibili a seconda del tipo di conciatura. Proprio per la sua particolare lavorazione, i vari trattamenti devono essere necessariamente fatti a mano, motivo per il quale la variante in pelle è molto più costosa rispetto a quella in tessuto, ma d’altro canto ha come vantaggio una maggiore resistenza, a patto che sia di ottima qualità.

RIVESTIMENTO IN TESSUTO PER IL DIVANO.

divano in tessuto arredosalaria

Lo stile ed il design del divano in tessuto Samoa

Ideale per chi è alla ricerca di atmosfera, sensazione di comfort e praticità di utilizzo. Il divano in tessuto solitamente viene scelto per il calore che emana, per la sensazione al tatto, perché si sposa bene con determinati stili d’arredo. Il divano in tessuto è costituito da rivestimenti sfoderabili, la sua qualità dipende anche dalla qualità dei filati e dal fissaggio dei colori, non solo per un fattore estetico ma perché necessita di maggiori cure e manutenzioni, rispetto a un divano in pelle.

I tessuti possono essere naturali, sintetici o misti. Si parla di tessuti naturali quando i filati utilizzati sono principalmente di origine naturale, come lana, seta, cotone, lino e canapa, al contrario tra i tessuti sintetici più utilizzati in arredamento troviamo poliestere, acrilico, polipropilene, infine si parla di tessuti misti, quando i filati utilizzati sono delle due origini.

VANTAGGI DI UN DIVANO IN PELLE E IN TESSUTO

Come già accennato, un divano in pelle ha un costo leggermente maggiore per via della sua lavorazione, ma ha una tenuta migliore grazie alla qualità dei materiali utilizzati; questa tipologia di rivestimento si sporca meno e la sua pulizia in caso di macchie richiede pochi minuti, basta uno straccio e un mangia polvere alla cera d’api per far tornare il divano come nuovo. Tenete presente che esso non accumula la polvere né in superficie né all’interno di fessure, inoltre è anallergico e, al contrario di quanto si pensa, la vera pelle si mantiene fresca, sia d’estate che d’inverno.

Il divano in tessuto, invece, presenta altri vantaggi rispetto ai divani in pelle, ad esempio un’ampia scelta di fantasie, secondo i propri gusti. Disponibili in moltissime varietà di colori, dalle tonalità più calde a quelle meno accese, utilizzate al fine di creare un ambiente rilassante e accogliente. I rivestimenti in tessuto inoltre sono leggeri e pratici, sono facili da reperire, spesso sono più confortevoli rispetto a quelli in pelle e sono molto più economici.

SVANTAGGI DI UN DIVANO IN PELLE E IN TESSUTO

Per chi vuole acquistare un divano in pelle è bene considerare che esso ha una manutenzione maggiore rispetto a tutti gli altri. Il rivestimento del divano in pelle dovrà essere nutrito e curato molto spesso e ingrassato con prodotti specifici, solo in questo modo si preserverà la sua durata nel tempo. Un ulteriore svantaggio è quello che la pelle esposta per troppo tempo al sole potrebbe cambiare il proprio colore e un ultimo ma non meno importante è il problema del deterioramento con il quale la pelle può far intravedere delle pieghe sottostanti ad essa, rendendo sgradevole il divano alla vista.

Per quanto riguarda il tessuto, è sicuramente un materiale difficile da mantenere, soprattutto se si pensa a quante attività si svolgono all’interno del salotto e a quanti rischi è esposto il nostro divano.

La manutenzione e la pulizia del tuo divano è importante

CONSIGLI PER LA MANUTENZIONE DEL DIVANO.

Che sia in pelle o in tessuto, la cura del proprio divano è la fase più importante per mantenerlo sempre in buone condizioni. A tal fine, sono necessarie pulizie di manutenzione sia giornaliere che periodiche. Per quanto riguarda il divano in pelle, si consiglia di spolverarlo quotidianamente con un panno morbido e ogni tanto con una spazzola di peli di cinghiale, che consentirà di raggiungere lo sporco che si crea più in profondità tra le pieghe, sconsigliamo invece l’utilizzo dell’aspirapolvere sulla pelle, in particolare sui divani pregiati, perché potrebbe danneggiarla. Per una pulizia periodica invece, è indicata la pelle di daino ben strizzata o in alternativa un panno in microfibra imbevuto di latte detergente. Un altro metodo efficace è quello di usare una spugna con acqua tiepida diluita con detergente neutro, tenendo presente che la pelle va sempre asciugata bene, perché in caso contrario potrebbe diventare dura e secca. Una volta l’anno, per una pulizia più approfondita, si consiglia l’uso di un prodotto specifico in crema, solitamente fornito dalla ditta produttrice del divano. Questa crema va applicata e tenuta un’intera notte sul divano, per poi essere rimossa con un panno pulito.

Per quanto riguarda il divano in tessuto, se sfoderabile, il rivestimento andrà messo in lavatrice a 30° senza centrifuga. Per i divani non sfoderabili, si consiglia di attenersi alle indicazioni scritte sulle etichette di ciascun divano, oppure di rivolgersi a servizi di pulizie professionali.

Per scoprire le nostre soluzioni e i complementi d’arredo disponibili nel nostro showroom, visita il nostro sito .

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*