Come organizzare al meglio gli spazi in cucina

Il cuore pulsante della casa è senza dubbio la cucina e non bisogna essere necessariamente delle cuoche provette per averne una a regola d’arte. Anzi, molto spesso, proprio chi svolge tutt’altro lavoro e ha i minuti contati per mettere il pranzo in tavola, ha bisogno di un’organizzazione perfetta degli spazi in cucina, in modo da massimizzare il tempo a disposizione e mantenere tutto in ordine, per quanto possibile.

5 consigli utili per organizzare al meglio la cucina

Se si ha in programma di acquistare una cucina nuova o si ha il desiderio di rinnovare quella già esistente, ecco alcuni consigli da tenere in considerazione per organizzare gli spazi in modo ineccepibile.

Piano di lavoro

In fase di progettazione di una cucina, il primo consiglio da dare è di prevedere un piano lavoro o anche un’isola centrale dove concentrare la preparazione delle pietanze. È davvero indispensabile mantenere il piano di lavoro libero, resistendo alla tentazione di posizionare ovunque elettrodomestici, barattoli, ceste di frutta e utensili vari.

Un piano lavoro è prezioso per velocizzare i tempi di preparazione e deve sempre essere pulito e pronto all’uso. Un accorgimento in più, nello scegliere i mobili di cucina, è di prevedere qualche piano estraibile da sfruttare soprattutto quando si hanno invitati a tavola.

Mensole e ripiani

Dove sistemare quindi i vari microonde, tostapane, piaste elettriche, bollitori, macchine da caffè? La soluzione è dotare la cucina di un numero adeguato di mensole, di armadi con ripiani capienti (anche senza ante di chiusura), di mobili da utilizzare per la sistemazione dei generi alimentari e dei piccoli utensili da cucina.

Rivestimenti a parete

La parola d’ordine in cucina è rivestimento a parete. Le piastrelle sono facili da pulire, igienizzabili in poche mosse, nemiche dell’umidità e non trattengono i cattivi odori. Quindi rivestire la cucina con piastrelle è una soluzione assolutamente vincente, tenendo sempre presente il design e lo stile dell’ambiente nella scelta delle finiture.

Dispensa

Uno degli spazi essenziali di una cucina ben organizzata è la dispensa. L’ideale è poter disporre almeno di tre ripiani diversi, a seconda delle misure della cucina:

  • uno da dedicare a tutti i prodotti per la colazione e la merenda, dalle fette biscottate ai biscotti, dal caffè al miele
  • un altro ripiano va pensato per il “salato”, dalla pasta al tonno in scatola, dai legumi alle spezie
  • infine, il terzo ripiano potrebbe ospitare le scorte, quindi pacchi di pasta e riso in quantità così come buste di latte, salsa in bottiglia e via di seguito

Infine, se si è soliti utilizzare acqua in bottiglia, il consiglio è di pensare ad un posto dove sistemare le casse, ingombranti e non proprio gradevoli da vedere dal punto di vista estetico.

Illuminazione

A volte si sottovaluta questo aspetto, pensando di preservare l’atmosfera calda e accogliente del focolare della casa. Invece un’illuminazione a led per la cucina è il miglior investimento da fare, sia in termini di consumi e salvaguardia dell’ambiente, sia per non stressarsi ai fornelli a causa della scarsa visibilità, monitorando agevolmente lo stato d’avanzamento dei piatti in cottura.

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*