Come arredare la zona giorno con le madie

La zona living è uno snodo cruciale della casa: è il luogo in cui ci si rilassa e dove si svolgono i momenti conviviali. Tra i complementi d’arredo che più di altri riescono a conferire un’aura antica e moderna alla stanza ci sono senza dubbio le madie.

Madia, un elemento di spicco all’interno del soggiorno

Il termine ‘madia’ deriva dal latino ‘magida’ e vuol dire vassoio. Ma di cosa si tratta? Inizialmente erano mobili rustici, che venivano utilizzati sia per impastare che per conservare in seguito il pane – che doveva lievitare – soprattutto nelle case di campagna.

Erano funzionali all’interno di un tipo di contesto, sia domestico che familiare. Questo complemento d’arredo nel corso del tempo ha subìto un’evoluzione assoluta, che ha portato l’elemento a diventare icona di stile e di grande raffinatezza.

Oggi le madie vengono inserite come elemento di spicco all’interno del soggiorno, sia come divisorio tra aree con vocazione diversa in un medesimo spazio, sia come arredo a parete magari sotto una specchiera importante.

Le madie moderne sono caratterizzate da linee minimal ed essenziali, hanno una forma stretta ed allungata. Si sviluppano in orizzontale e sono generalmente più alte di una normale credenza. Si possono utilizzare come contenitori.

La maggior parte delle volte il ripiano superiore viene impiegato come vetrina e come mensola per poggiare televisore, fotografie e libri ma anche piante o fiori.

Le madie possono essere anche abbinate a librerie e sistemi componibili. A seconda delle finiture scelte, la madia può impreziosirsi, ad esempio abbinata ai top in marmo, oppure diventare contemporanea grazie ai frontali di lamiera traforata.

Con le ante in vetro cannettato, la madia può diventare una moderna vetrina dentro la quale riporre ceramiche e bicchieri, come nelle antiche credenze.

Madie: modelli e caratteristiche principali

Le madie moderne presentano linee essenziali e sono considerate  in qualche modo le vere “eredi delle credenze”, delle quali hanno la stessa funzione ma con una forma diversa.

Le madie sono sempre mobili stretti, sviluppati in orizzontale, in genere più alte rispetto ad una credenza. Ideali come appoggio per schermi tv, oppure abbinate a librerie e sistemi componibili.

Nella scelta del modello di madia adatto alla tua zona giorno, devi tener conto che esistono differenti sistemi di apertura. Ciò può essere utile in base alle esigenze ed allo stile degli altri complementi di arredo.

Le madie possono avere:

  • ante battenti
  • ante complanari scorrevoli
  • ante a ribalta
  • cassetti (visibili o nascosti all’interno delle antine)
  • cestoni

Ci sono anche combinazioni miste, con ante a ribalta e cestoni, ante sotto e cassetti sopra.

Consigli utili per inserire la madia nella zona living

Scegliere un mobile della tradizione per arredare un contesto moderno vuol dire dedicarsi al delicato gioco di contrasti ed incastri, il quale può trasformare un ambiente qualsiasi in un luogo originale.

Esistono diversi modelli di madia: sospesi, quelli che poggiano a terra oppure su panca.

La madia viene detta anche “mobile buffet” e non di rado la si inserisce anche nell’atrio di ingresso per accogliere e guidare lo sguardo verso il resto della casa.

Si tratta di un complemento d’arredo che si adatta a differenti stili e mood: un vero e proprio evergreen. Sarà una buona idea scegliere di posizionare la madia vicino a una finestra o comunque ad un’apertura con ampia vetrata, così che sia l’ambiente esterno a fare da sfondo ideale al mobile di design. La vicinanza con un divano o una poltrona contribuirà ad offrire un colpo d’occhio perfetto.

Nel caso di una parete molto ampia, al contrario, la scelta di una doppia madia consente di giocare sui volumi. Questo vale soprattutto se si deve arredare un grande soggiorno, dove è possibile disporre diversi complementi d’arredo.

In salotto o nel soggiorno, è preferibile una madia in legno, massello o impiallacciato, adeguato anche ad ambienti moderni e facilmente collocabile senza dover stravolgere l’arredamento.

Le madie sono anche dei piani d’appoggio e questa funzione non va sottovalutata: puoi mettere un televisore o un soprammobile se la usi in soggiorno, oppure delle foto di famiglia, o ancora delle piante o dei libri.

Nel caso di una madia vintage, potresti trasformarla in un “mobile bar”, perfetto per quando accogli gli ospiti nell’area living.

Madia in un soggiorno in stile contemporaneo

Per arredare il soggiorno in stile contemporaneo è consigliata una madia che si possa personalizzare, tanto nelle finiture quanto nei laccati, per dare un tocco di armonia ad un complemento che può rendere una parete attrezzata davvero raffinata.

Riguardo il posizionamento della madia, non esistono regole fisse da seguire: puoi scegliere di collocare una madia colorata sulla parete d’accento (ovvero la parete che ha un colore diverso da quello delle altre dello stesso ambiente, di solito una tonalità più vivace), oppure puoi optare per una madia neutra su una parete neutra.

In molti casi si privilegia l’abbinamento tra mobile di colore neutro e parete di un colore acceso, poiché è più semplice cambiare il colore di una parete anziché cambiare la madia.

Hai trovato utile l'articolo? Condividilo con gli amici!

Ti piacciono i nostri articoli? Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni

Iscriviti alla newsletter

*
*
*
*